Seguici su Facebook

 
Home / Palermo / CasaPound saluta i Bersaglieri a Palermo onorando il martire Giacomo Schirò

CasaPound saluta i Bersaglieri a Palermo onorando il martire Giacomo Schirò

Onore al Bersagliere Giacomo Schirò, martire d’Italia“, è il testo dello striscione affisso ieri notte al Foro Italico dai militanti di CasaPound in occasione del 64° raduno nazionale dei Bersaglieri che si sta svolgendo in questi giorni a Palermo.

“Abbiamo voluto rendere omaggio ad un giovane innamorato della Patria, Medaglia d’Oro al Valore Militare, ucciso barbaramente da coloro che durante il biennio rosso volevano imporre con la cieca violenza una feroce dittatura comunista” – spiega CasaPound Italia – “Il martirio subito in quegli anni da tanti ragazzi come Giacomo Schirò si staglia alto come un faro per chiunque, ancora oggi, sia disposto a sacrificare la propria vita per la salvezza del nostro Paese, in un momento in cui ancora una volta i nemici della nazione stanno tentando di smantellare le nostre radici gloriose e quanto di meglio è stato realizzato per le nuove generazioni dai Padri della Patria”.

Giacomo Schirò, classe 1901, fu tra i ragazzi che assicurarono il servizio postelegrafonico durante i ripetuti e prolungati scioperi indetti dai comunisti durante il biennio rosso. Faceva parte di una formazione premilitare facente capo al corpo dei Bersaglieri. Promosso caporale per merito, ebbe una breve licenza per potersi recare a Piana degli Albanesi durante le vacanze estive. Il 23 luglio 1920, mentre ascoltava un concerto in piazza in divisa di bersagliere, veniva fatto segno a pesanti insulti da parte di numerosi comunisti che in quegli anni aggredivano, spesso mortalmente, chiunque venisse identificato come militare o semplicemente un difensore della Patria. La minaccia verbale si trasformò presto in minaccia fisica, tanto che Schirò dovette impugnare e difendersi con la baionetta in dotazione. Rifugiatosi all’interno di un circolo ricreativo agricolo, veniva raggiunto da 53 coltellate mortali. Negli ultimi istanti di vita riuscì a raggiungere un tricolore, strappato e buttato a terra poco prima dai suoi aggressori e ad avvolgersi in esso rivolgendo il suo ultimo pensiero alla nazione che lo aveva generato.

“Accogliamo con un caloroso e riconoscente abbraccio tutti i Bersaglieri che in questi giorni si stanno riunendo a Palermo” – conclude Cpi – “nella speranza che la loro presenza in città tra mille tricolori possa infondere nei palermitani quello stesso spirito degli Eroi del Piave che permise al nostro popolo in difficoltà di rialzarsi e liberarsi vittorioso della presenza del nemico usurpatore della nostra nazione.”

Bersaglieri-Palermo

Lascia un commento

Commenti

Check Also

Anche dopo la censura social continuano le attività di CasaPound in Sicilia

SharePalermo, 14 nov – Nonostante la censura social e le criminalizzazioni da parte di PD e …

Palermo, CasaPound: nessuno scontro alla manifestazione di Greta

SharePalermo, 27 sett – Arriva tempestivo il comunicato di CasaPound circa gli scontri registrati oggi …

CasaPound censurata da Facebook anche in Sicilia

SharePalermo, 11 set – Anche in Sicilia si è abbattuta la censura di Facebook senza …

CasaPound sbarca a Lampedusa: volantini e locandine per le europee

SharePalermo, 25 mag – Volantini su centinaia di macchine e locandine in decine di locali …

I candidati siciliani di CasaPound alle europee (VIDEO)

SharePalermo, 12 mag – CasaPound presenta 4 candidati siciliani alle europee: i palermitani Vittorio Susinno …