Seguici su Facebook

 
Home / Palermo / Palermo, Villa-Premio ai Rom: perchè una corsia preferenziale? (VIDEO)

Palermo, Villa-Premio ai Rom: perchè una corsia preferenziale? (VIDEO)

Palermo, 12 ago – Anche CasaPound è vicina agli occupanti italiani delle abitazioni che il sindaco Orlando voleva assegnare ai Rom in cambio della dismissione del campo della Favorita. Aiuti alimentari e cassette d’acqua sono stati consegnati dai militanti di CPI agli occupanti italiani che non hanno ancora un allaccio idrico. Nelle abitazioni occupate in via Felice Emma sono presenti più di 15 minori.

In un video rilasciato dal coordinatore regionale Vittorio Susinno, CasaPound prende di mira il sindaco Orlando che a parole sconfessa la “corsia preferenziale” riservata ai Rom e promette la più dura repressione invocando procura e magistrati ad individuare ciascun militante, ciascun residente e ciascun occupante palermitano che si oppone all’assegnazione ai Rom delle ville confiscate alla mafia.

Qui il video —> https://www.facebook.com/VittorioSusinnoCPI/videos/248394182470967/

Ville ai Rom a Palermo

Tutto quello che c'è da sapere sulle ville sequestrate alla mafia ed assegnate ai Rom.

Gepostet von Vittorio Susinno am Freitag, 10. August 2018

Lascia un commento

Commenti

Check Also

Se a Palermo CasaPound vince contro Orlando

SharePalermo, 28 dic – il presente scritto è stato inviato sulla nostra pagina Facebook. Lo …

Due nuove sedi di CasaPound in Sicilia: sabato 15 le inaugurazioni

SharePalermo, 9 dic – Saranno inaugurate sabato 15 dicembre alla presenza del segretario nazionale di …

Festa dell’albero 2018: i militanti della Foresta che Avanza piantano e donano alberi in tutta Italia

ShareCome ogni anno i militanti della Foresta che Avanza, gruppo ecologista di CasaPound, hanno piantato …

In Sicilia CasaPound riparte da Vesper tra prof. universitari, primari, scrittori e nuove sedi

SharePalermo, 30 ott – Si è svolta domenica presso l’Hotel Scala Greca di Siracusa la …

“L’Orlando furioso diventa commedia” CasaPound sotto il Comune contro il sindaco